Confcommercio su inflazione: avviata la disinflazione, ma problemi di famiglie e imprese non sono finiti

Confcommercio su inflazione: avviata la disinflazione, ma problemi di famiglie e imprese non sono finiti

DateFormat

31 marzo 2023
47/2023

A marzo è proseguito il processo di rientro dell’inflazione, con intensità leggermente superiore alle attese. La disinflazione appare ben avviata anche a livello europeo, e comincia ad assumere dimensioni rassicuranti.

I buoni risultati conseguiti negli ultimi mesi, ottenuti principalmente per il deciso rientro dei prezzi dei prodotti energetici, non debbono, comunque, indurre a trascurare le insidie che si nascondono nel percorso di ridimensionamento dei tassi di variazione dei prezzi. Le pregresse tensioni accumulate nei bilanci delle imprese lungo la filiera che collega importazioni, prezzi alla produzione e all’ingrosso, fino al comparto della distribuzione finale, sono ancora presenti. Il contenimento delle dinamiche inflazionistiche rappresenta, indubbiamente, un solido presupposto per una seconda parte dell’anno più dinamica in termini di attività produttiva. Ma questo non significa che le perdite di potere d’acquisto di redditi e ricchezza liquida non abbiano già oggi impatti negativi sia sul versante dei consumi delle famiglie sia della crescita. Così scrive l’Ufficio Studi di Confcommercio in una nota sui dati Istat di oggi.

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca